cheap cialis online
  • Français
  • English
  • German
  • Spanish
  • Italian
Menu principal
Pagina iniziale
Tango en Ligne pour les Aînés
La Caravane de la Mémoire
Boutique
Savoir-faire
Coup de coeur pour La Prée
Olivier Greif
Etienne-Jules Marey
Maurice Emmanuel
Musique et cerveau
La Mélodie d'Alzheimer
Notre Histoire, à Massy
Une vie, une passion
Information in Chinese
Information in Arabic
Liens
Contact
NOS OFFRES DE STAGES

Etienne-Jules Marey e Muybridge

 

Il punto centrale della nostra ricerca riguarda l'incontro di questi due uomini di formazione molto differente, uno è scenziato, l'altro è fotografo. Cos'hanno a che fare l'un l'altro?

La sequenza dell'itinerario di Muybridge che ci interessa particolarmente va dal 1878 agli anni 1881-1882.

1878: è l'anno in cui Muybridge cerca di rispondere ad una scommessa finanziaria a proposito del galoppo del cavallo tra Lelan Stanford, anziano gobernatore della California e un certo James R. Keene;

1881-1882: in occasione di una tounrée europea, Muybridge risponde ad un invito di Marey a fargli visita a Parigi il 26 settembre 1881. Viene organizzata una sequenza di proiezioni e inizia un dibattito. Per catturare il movimento, bisogna fissare una volta per tutte la posizione dell'apparecchio oppure bisogna registrare i movimenti, cioè i passi del cavallo, spostando l'apparecchio come su un carrello? Per Muybridge, il movimento è catturato da 24 apprecchi fotografici disposti sul tragitto del cavallo che, tagliando dei fili al suo passaggio, va ad innescare gli obiettivi.

Marey dimostra con il «metodo grafico» che per un tempo brevissimo, un cavallo al galoppo si appoggia sulla sola gamba anteriore. I risultati completi di questa ricerca sono pubblicati ne La macchina animale (1873). L'opera tradotta in lingue inglese nel 1874 arriva sulla scrivania di Lelan Stanford, appassionato di cavalli, che decide di scommettere su questa cosa incredibile (è mai possibile un cavallo su una sola gamba?) alla quale egli crede, chiedendo a Muybridge di fornirgli una prova incontestabile grazie alla fotografia.

Muybridge lavora poi ad un dispositivo costoso e difficile da mettere in opera; che importa, Lelan Stanford è immensamente ricco. Il 17 febbraio 1878 Muybridge scrive a Gaston Tissandier, direttore della rivista La Natura chiedendogli di pubblicare i suoi lavori sul galoppo del cavallo e di ringraziare il Professor. Marey che ha ispirato al governatore Stanford, la possibilità di risolvere il problema della locomozione del cavallo con l'aiuto della fotografia. L'articolo di Muybridge viene pubblicato su La Natura, n° 289 del 14 dic. 1878; gli scatti fotografici sono stati realizzati nel giugno 1878 nella proprietà californiana di Lelan Stanford.

Marey che legge sempre La Natura, si mostra desideroso di scrivere a Gaston Tissander perchè possa a sua volta trasmettere un messaggio a Muybridge: la lettera di Marey del 18 dicembre 1878 figura ne La Natura (n° 291, 28 dicembre 1878).

Da questo momento, Marey suggerisce a Muybridge di utilizzare un solo apparecchio fotografico in un punto fisso, al fine di catturare il movimento nella sua verità: «Per la questione sul volo degli uccelli, sognavo una sorta di fucile fotografico che colga l'uccello nei suoi atteggiamenti o meglio ancora in una serie di atteggiamenti imprimendo le fasi successive del movimento delle ali». Marey impone «un punto di vista unico» in modo da non deformare il movimento.

Il fucile fotografico che sogna Marey non sarà prodotto che alla fine del 1881.

Si conoscono le reazioni di Muybridge ai suggerimenti di Marey? In seguito al suo viaggio in Europa e al suo ritorno negli USA, Muybridge ha evocato il suo incontro con Marey? In che termini?

Cosa ne pensava di Marey? Che impressione gli aveva dato?


Josette Ueberschlag

CIMEOS-Università di Borgogna

 

 
< Prec.   Pros. >